La bustina di Aldo! Il suono della voce.

A grande richiesta, riparte la seconda edizione della rubrica “La Bustina di Aldo”!

Il nostro Sig. Aldo, oltre ad essere il collega più esperto e pilastro della storia di up!, è autore di libri di poesie.
È quindi con piacere che gli riserviamo questo spazio per regalarvi e regalarci emozioni e riflessioni suggestive…
Il Sig. Aldo è infatti un acuto osservatore del mondo che ci circonda cogliendone sempre la contemporaneità ed i molteplici aspetti, eccola:

Il suono della voce.

E’ un periodo della nostra esistenza ricco di giornate difficili.
Cresce dentro di noi il desiderio di farsi un regalo, spegnere il telefono, il computer e cercare il suono della voce.
Il suono della voce è come lo sguardo…lo sguardo degli occhi delle persone che ci circondano.
E’ quello che dice agli altri se siamo sinceri o no.
Il suono della voce viene prima delle parole, prima della musica che c’e’ dentro di noi.
Se siamo convincenti in quello che diciamo la musicalità della voce non è virtuosismo o puro esercizio.
Quando c’è la verità noi lo sentiamo….come uno strumento accordato e intonato.
Quando c’è verità tu lo senti.
E lo senti nel suono della voce prima ancora che nel senso delle parole.
E tu lo senti se chi sta parlando recita.
A volte la voce ha il suono di un legno, di un metallo, di una stoffa tra le mani.
A volte non è importante cosa dici ma come lo dici.
Il suono della voce è una chiave per attraversare le frontiere….se tu sei convincente gli altri ti capiranno qualunque siano le parole.
Meraviglia è il piacere del suono della nostra voce…..antidoto all’urlo che domina, agli insulti, al tempo presente.
E allora impariamo a prenderci un’ora per se’…..e iniziamo ad ascoltare il suono della voce.

La bustina di Aldo!

Alla prossima bustina!