Cinque podcast per tutti i gusti

Cinque podcast per tutti i gusti, per tutte le occasioni, per percorsi lunghi e brevi.
Se ami ascoltare le storie, curiosare fra le biografie, scovare mondi inesplorati, seguire i trend del marketing e della letteratura: sei nel posto giusto.
Ecco cinque consigli per chi durante una camminata in città, una pedalata verso l’ufficio o una corsa in metro, ha voglia di ascoltare narrazioni ben fatte.


Cuffie, play, si parte.

  1. Ideale per chi ha 50 minuti di tempo e ama le storie dei ribelli, rivoluzionari, visionari.
    È il caso di Fottuti geni o Fucking genius a cura di storielibere.fm.
    Il podcast, a cura di Massimo Temporelli, è dedicato ai talenti, ai personaggi che hanno rivoluzionato la cultura e ai contesti nei quali si sono espressi e hanno trovato il loro posto. Ad oggi conta 22 episodi che raccontano di Albert Einstein, Steve Jobs, Guglielmo Marconi, Marie Curie, Jeff Bezos, Laura Bassi, James Clerk Maxwell. Solo per citarne alcuni.
    Partiamo dall’episodio 16 su Laura Bassi.
    Si parla di scienza, tecnologia e innovazione. Ci troviamo nella Bologna di metà ‘700.
    Laura Bassi è la prima donna al mondo a ottenere una cattedra universitaria. Ascoltalo qui.
  2. Lavori nel mondo della comunicazione?
    Scegli il podcast firmato Marketing Espresso: ogni settimana racconta le notizie dal mondo del digital e del marketing. Se vivi a pane e social media e ti piace essere aggiornato/a sui trend del settore, non puoi perderlo. Ogni episodio ha una breve durata, un tono fresco ed è privo di tecnicismi. L’episodio del 6 aprile, per esempio, dal titolo: Spotify abbraccia il mondo del live stream. Facebook chiuderà Analytics, racconta una grande novità per gli addetti ai lavori. Ne abbiamo parlato anche noi qui.
  3. Amanti della storia, dell’innovazone e del design riunitevi, questo racconto italiano in brevi pillole è per voi
    Olivetti, l’occasione perduta, firmato da Il Sole 24 Ore e a cura del prof. Paolo Colombo, è il podcast che traccia il percorso dell’Olivetti, delle eccellenze italiane e della classe dirigente politica e industriale del tempo. Fa parte della serie “history telling” e racconta in brevi pillole un imprenditore fuori dagli schemi per l’epoca e un’azienda che mette in prima fila le persone, l’innovazione e il prodotto. Tra i protagonisti riaffiorano anche nomi come Agnelli, Moro, Cuccia, Visentini, Valletta e altri personaggi meno noti.
    Un tema attuale con un pizzico di rimpianto che merita di essere ascoltato. Per chi è interessato all’argomento è recentemente uscito per Rizzoli il libro Il caso Olivetti di Meryle Secrest, una delle più affermate biografe americane.
  4. Di tutto e di più in soli 15 minuti
    Spoiler: questo podcast è in lingua inglese. Stiamo parlando di TED Talks Daily, un podcast ricco di contenuti che spaziano dall’intelligenza artificiale alla zoologia. Un format a diverse voci, con un piano editoriale attuale e a volte insolito, con un tone of voice vivace e ingaggiante.
    Ideale per gli ascoltatori attenti.
  5. Copertina è l’amico che ti consiglia cosa leggere, in versione podcast.
    Matteo B. Bianchi tiene questo podcast ormai da due anni. Tra i booklover è abbastanza noto e stimato. La durata è di circa 30 minuti. Ogni episodio ha un palinsesto che si ripete, con un tema centrale, l’incontro con un libraio o una libraia indipendente e infine l’intervista a un autore o a un’autrice. Alla fine dell’ascolto, l’istinto è quello di correre in libreria per comprare uno dei testi citati.
    N.B.: i titoli menzionati durante la puntata sono ricapitolati nella descrizione dell’episodio.
    Ideale per chi ama leggere, scoprire le librerie del proprio quartiere e per chi ha finito le scorte sul comodino.

 

Leggi anche… Podcast marketing. Come sfruttarlo nella tua strategia aziendale.


up tips è la rubrica dedicata alle pillole sul digital marketing, seguici sui nostri canali social:
Facebook
LinkedIn
Instagram